Città del Vaticano

2 Aprile / 32 Studiosi e Autorità Internazionali
in preparazione al Seminario autunnale di Alta Ricerca
«Maria nel ‘patto educativo globale’? Esperienze Contenuti Prospettive»

https://www.mariaperlapace.org/wp-content/uploads/2020/03/Untitled-1-320x320.jpg
Prof.

Elsayed Salah Ramadan

Università di Al-Azhar (Egitto)

L’imam, egiziano nato al Cairo, ha coltivato sin da giovanissimo la passione per lo studio delle lingue straniere. Studioso appassionato di Cicerone, Virgilio e Orazio, del quale ha tradotto diverse opere in lingua araba, come imam si è formato all’università di al-Azhar, “che rappresenta per la religione islamica il primo e più autorevole polo scientifico”. Da due anni imam della Grande Moschea di Roma, uno dei suoi “compiti principali è quello di lavorare per eliminare i pregiudizi, e questo si può fare partendo dallo sviluppo dell’educazione: questo lavoro vale non solo per gli italiani cristiani, ma anche per i giovani musulmani, i quali spesso pensano che sia sufficiente pregare senza considerare che l’Islam è in realtà uno stile di vita aperto alla diversità. La missione principale del Profeta Muhammad era quella di perfezionare l’etica e convivere pacificamente”. La Grande Moschea ospita ciclicamente convegni per lo scambio e la reciproca conoscenza delle diverse fedi, e precisa che le delegazioni dalle Chiese sono puntualmente ospiti del centro. “Il mio vicino di casa in Egitto è cristiano. Per me è un fratello, la fede diversa non è assolutamente un ostacolo”.