Città del Vaticano

2 Aprile / 32 Studiosi e Autorità Internazionali
in preparazione al Seminario autunnale di Alta Ricerca
«Maria nel ‘patto educativo globale’? Esperienze Contenuti Prospettive»

https://www.mariaperlapace.org/wp-content/uploads/2020/03/prefetto_annapaola_porzio-320x320.jpeg
Prefetto

Annapaola Porzio

Prefetto Commissario straordinario antiracket e antiusura del Governo Italiano

Nata a Roma il 20 settembre 1955, la Dr.ssa PORZIO è coniugata ed ha due figli.
E’ in possesso del diploma di laurea in Giurisprudenza e del titolo di Avvocato.
Parla correttamente inglese e francese.
Entrata in carriera nel novembre 1981, ha conseguito la promozione alla qualifica di Viceprefetto Ispettore dal 1° gennaio 1994 ed a quella di Viceprefetto dal 1° gennaio 2000. Nominata Prefetto il 2 maggio 2006.
Dal 2 febbraio 2016 fino alla data del 3 febbraio 2019 ha ricoperto l’incarico di Prefetto di Trieste e Commissario del Governo nella Regione Friuli Venezia Giulia.
Dal 4 febbraio 2019 è Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura.
E’ stata Direttore dell’Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di Polizia del Dipartimento della Pubblica Sicurezza dal 14 dicembre 2011.
L’Ufficio di Coordinamento e Pianificazione delle Forze di Polizia oltre ad occuparsi degli aspetti di coordinamento tra le diverse Forze di Polizia, riveste una forte connotazione internazionale.
In modo particolare, in questo ruolo ha curato gli aspetti strategici della politica del Dipartimento della Pubblica Sicurezza per il mantenimento e lo sviluppo delle relazioni internazionali multilaterali, con particolare riferimento al Consiglio d’Europa, alle Nazioni Unite e al G8.
Sotto il profilo dei rapporti bilaterali, ha curato la gestione dei lavori di negoziazione degli accordi internazionali, l’organizzazione di visite studio e di missione effettuate da delegazioni delle Forze di Polizia italiane presso i Paesi esteri e da delegazioni delle Forze di Polizia straniere in Italia.
Ha avuto la responsabilità dello sviluppo delle relazioni in ambito europeo con particolare riferimento al settore della cooperazione di polizia, assicurando la costante partecipazione dell’Italia ai consessi e fori europei, quali il Comitato Strategico per la Sicurezza Interna (COSI), il Comitato ex art. 36 (CATS) ed il Consiglio Giustizia Affari Interni (GAI).
In questo ambito, tra l’altro, ha rivestito la qualifica di Capo delegazione del COSI, consesso nel quale vengono definite le linee-guida della politica di sicurezza dell’U.E..
Inoltre, in questo ruolo ha promosso tutte le azioni volte a favorire la partecipazione dell’Italia a progetti europei favorendo il coordinamento e l’ottimizzazione delle attività delle diverse Forze di Polizia
E’ stata designata quale responsabile della gestione strategica e amministrativa del Progetto della Commissione europea IPA 2013 Balcani Occidentali, che prevedeva lo sviluppo di attività di assistenza e training nel settore delle riforme istituzionali e della cooperazione transfrontaliera nella lotta alla criminalità organizzata in favore di Serbia, Croazia, Montenegro, Macedonia, Albania, Kossovo e Bosnia-Erzegovina, conclusosi il 30 novembre 2017. In questo ambito, sono stati intessuti importanti contatti con i Ministeri dell’Interno e le Forze di polizia dei Paesi Beneficiari che hanno facilitato la realizzazione delle attività del progetto, ma che hanno da un lato realizzato una rete stabile della sicurezza in area e con l’Europa, dall’altro la firma di Accordi sia bilaterali che multilaterali di interesse per la sicurezza del nostro Paese.
Il Prefetto Porzio, per l’incarico di funzione ricoperto, è stata nominata responsabile e ha curato l’organizzazione e lo svolgimento delle attività connesse al semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, nel 2014.
E’ stata componente della Commissione Centrale per la definizione e applicazione delle speciali misure di protezione nei confronti dei collaboratori e dei testimoni di giustizia, ex art. 10 L.82/1991, in qualità di membro con funzioni di supporto al Sottosegretario di Stato – Presidente della Commissione.
– Direttore dell’Ufficio dell’Amministrazione Generale del Dipartimento della Pubblica Sicurezza dal 12 gennaio 2010. L’Ufficio in questione si occupa di tutte le tematiche legislative del Dipartimento e anche della polizia amministrativa e sociale (ad esempio dei temi inerenti tra gli altri armi, esplosivi, contenzioso)
– Direttore Centrale per i servizi demografici presso il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali dal 4 gennaio 2007. In questo ambito si è occupata tra l’altro delle questioni inerenti l’attuazione del progetto della Carta di Identità elettronica
– E’ stata collocata a disposizione, ai sensi della legge 30 dicembre 1991, n.410, con incarico presso la Commissione Nazionale per il diritto di asilo, quale vicepresidente
Anteriormente alla nomina a Prefetto ha prestato servizio presso le seguenti sedi, con gli incarichi a fianco indicati:
• Gabinetto del Ministro, dal dicembre 2001, quale Capo Ufficio di staff Ufficio IX – Segreteria speciale e servizio cifra. In tale veste ha trattato materie inerenti il terrorismo interno ed internazionale
• Ministero – Ufficio Centrale per gli Affari Legislativi e le Relazioni Internazionali, dal 1° gennaio 2000, con particolare riferimento ai temi della difesa e della protezione civile
• Firenze, dal gennaio 1996, quale Dirigente dell’Area Protezione Civile; dal 1997 è stata preposta altresì all’Area Affari Speciali e, dal 1998, anche all’Area Affari Generali, delle Autonomie e dei Procedimenti Sanzionatori. E’ stata, altresì, designata, in rappresentanza della Prefettura di Firenze, in seno al Comitato Tecnico-Amministrativo del Provveditorato Regionale alla Opere Pubbliche per la Toscana.
• Gabinetto del Ministro, dal marzo 1990, quale funzionario addetto alla Segreteria Speciale e, dal 1993, quale Vice Consigliere Ministeriale nell’ambito dell’Ufficio V – Affari Internazionali.
• Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dall’agosto 1988, quale funzionario addetto all’Ufficio per il Coordinamento e la Pianificazione delle Forze di Polizia, con particolare riguardo alle tematiche della Banca Dati delle Forze di Polizia. È stata segretario della Commissione Tecnica per le attività della Banca Dati delle Forze di Polizia
• Roma – Ministero – Direzione Generale della Protezione Civile e dei Servizi Antincendi, ove è stata addetta alla Divisione Protezione Civile e, dal 1986, è stata assegnata alla Divisione Difesa Civile. In tale ambito è stata Capo della Segreteria di Sicurezza, componente del Nucleo Politico Militare presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresentante Nazionale permanente in seno all’Agenzia NATO per i rifugiati.
Ha svolto altresì vari incarichi di docenza ed ha partecipato a Commissioni di concorso per l’accesso ai ruoli dell’Amministrazione Civile dell’Interno.